(AGI) – ROMA, 31 OTT. – “CHE L’EQUO COMPENSO CONTENGA UNPRINCIPIO PERSINO RIVOLUZIONARIO E’ EVIDENTE, E NON C’E’ DASTUPIRSI SE LA SUA AFFERMAZIONE INCONTRA RESISTENZE. ECCOPERCHE’ IL PARERE CON CUI LA COMMISSIONE BILANCIO DEL SENATO,SU PROPOSTA DEL PRESIDENTE GIORGIO TONINI, HA INDICATO DIESCLUDERE DALLA MANOVRA LE NORME SULL’EQUO COMPENSO NELLEPRESTAZIONI LEGALI NON DEVE PREOCCUPARE L’avvocatura“. LODICHIARA IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE ANDREAMASCHERIN DOPO LA COMUNICAZIONE SULLO STRALCIO DELLE NORMESULL’EQUO COMPENSO DALLA LEGGE DI BILANCIO.     “COME SONO CONVINTO DELL’IMPORTANZA DEL PRINCIPIO, ECONSAPEVOLE DELLE RESISTENZE CHE SUSCITA, SONO CONSAPEVOLE -AGGIUNGE – ANCHE DEL FATTO CHE STAVOLTA LA POLITICA NON STARA’DALLA PARTE DEI POTERI FORTI: SCEGLIERA’ DI STARE DALLA PARTEDELLA DIGNITA’ DEL LAVORATORE, QUAL E’ ANCHE L’AVVOCATO, EPORTERA’ A TERMINE L’OBIETTIVO, IN NOME DEL QUALE IL GOVERNOAVEVA FORTEMENTE VOLUTO L’INSERIMENTO DELLE NORME SULL’EQUOCOMPENSO NEL DDL STABILITA’. D’ALTRONDE, L’IMPEGNO DELL’INTEROESECUTIVO, DAL MINISTRO DELLA giustizia ANDREA ORLANDO ALLASOTTOSEGRETARIA ALLA PRESIDENZA MARIA ELENA BOSCHI E AL PREMIERPAOLO GENTILONI, E DEL SEGRETARIO DEL PD MATTEO RENZI CHE HAESPRESSO UN GIUDIZIO FAVOREVOLE SUL PROVVEDIMENTO, MI FA ESSERECONVINTO CHE CE LA FAREMO”.     SECONDO MASCHERIN, “E’ ALTRETTANTO IMPORTANTE ORA CHE TUTTAL’avvocatura, COMPATTA E DETERMINATA, SPINGA VERSOL’APPROVAZIONE DELLE NORME SULL’EQUO COMPENSO, CHE HANNO UNSIGNIFICATO EPOCALE PER IL RIEQUILIBRIO NEL RAPPORTO TRAMERCATO E DIRITTI”. (AGI)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *