(AGI) - ROMA, 18 LUG. - "L'ANM DI MILANO HA COMUNICATO CHE E'
STANCA DELLE NOSTRE ASTENSIONI PERCHE' PORTANO DISSERVIZI CHE
METTONO IN PERICOLO IL GIUSTO PROCESSO. SE L'ANM MILANESE E'
PREOCCUPATA DEL GIUSTO PROCESSO PROTESTI COME NOI PER I
PROCESSI INFINITAMENTE LUNGHI, PROTESTI PER LE NORME SUL
PROCESSO A DISTANZA E PER LE NORME SULLA PREVENZIONE. L'UCPI
CHE NON HA MAI FATTO ASTENSIONI CORPORATIVE SE NECESSARIO
INSIEME ALLA PROPOSTA CHE HA SEMPRE COLTIVATO PROTESTERA'
ANCORA PER SEGNALARE AL PAESE LA DERIVA ILLIBERALE E
giustiziaLISTA CHE PONE A RISCHIO IL GIUSTO PROCESSO". COSI' IL
PRESIDENTE DELL'UNIONE CAMERE PENALI BENIAMINO MIGLIUCCI, CHE
DA SALERNO REPLICA DURAMENTE ALLA NOTA DIFFUSA
DALL'ASSOCIAZIONE NAZIONALE MAGISTRATI MILANESE. LA REPLICA
ARRIVA NEL GIORNO DELLA MANIFESTAZIONE NAZIONALE 
DELL'UCPI
ORGANIZZATA NELLA CITTA' CAMPANA SUL TEMA DELLA RIFORMA DEL
PROCESSO DI PREVENZIONE PER DENUNCIARE IL CONTRASTO DI TALE
PROGETTO DI LEGGE CON I PRINCIPI COSTITUZIONALI E
CONVENZIONALI. "I DISSERVIZI DENUNCIATI DALL'ANM SONO
DETERMINATI DALLA MANCANZA DI ORGANIZZAZIONE RILEVATA DALLE
STESSE INDAGINI MINISTERIALI E L'IRRAGIONEVOLE DURATA DEI
PROCESSI COME GIA' ACCERTATO DA ANNI E' DETERMINATA DALLA
DURATA DELLE INDAGINI E PROPRIO DAI DEFICIT ORGANIZZATIVI.
QUALCUNO - SOTTOLINEA MIGLIUCCI - HA DETTO CHE GLI AVVOCATI
DEVONO AVVICINARSI ALLE PERSONE, NOI CON LA SEPARAZIONE DELLE
CARRIERE LO ABBIAMO FATTO RAGGIUNGENDO L'OBIETTIVO DELLE 50MILA
FIRME RACCOLTE IN DUE MESI NONOSTANTE GLI OSTACOLI DA PARTE DI
ALCUNI PRESIDENTI DI TRIBUNALE". L'UNIONE DELLE CAMERE PENALI
ITALIANE, CON LO SCIOPERO DI OGGI, CONTRASTA IL DISEGNO DI
LEGGE DI MODIFICA DEL CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA E DELLE
NORME SULLA 'CONFISCA ALLARGATA', IN QUANTO "RIFORMA
AUTORITARIA CHE ALLONTANA IL NOSTRO PAESE DAL 
GIUSTO PROCESSO E
DAI PRINCIPI COSTITUZIONALI, COME EVIDENZIATO ANCHE DA
AUTOREVOLI ACCADEMICI, GIURISTI E PARTE DELLA MAGISTRATURA".
ALLA MANIFESTAZIONE DI OGGI A SALERNO, OLTRE AL PRESIDENTE
MIGLIUCCI E AL PRESIDENTE DELLA CAMERA PENALE SALERNITANA
MICHELE SARNO, SONO INTERVENUTI L'EX MINISTRO DELLA giustizia E
PRESIDENTE EMERITO DELLA CORTE COSTITUZIONALE GIOVANNI MARIA
FLICK, E I GIURISTI GIOVANNI FIANDACA, VINCENZO MAIELLO E
VITTORIO MANES. (AGI)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *