One Response to La riforma forense non basta servono barriere all’accesso
  1. Per troppo tempo i diversi governi si sono comportati come un cattivo domestico, che nasconde la polvere sotto al tappeto e, una volta che uno inciampa, dà la colpa alla polvere; così le professioni sono state utilizzate quali contenitori per la disoccupazione intellettuale salvo poi incolpare i professionisti per i problemi creati, soprattutto per quanto riguarda la giustizia. Una riforma seria avrebbe dovuto contemplare una scelta incompatibile con altre strade già all’università e, successivamente, un esame selettivo prima della professione (come per magistratura), in modo da ottenere una selezione di alto livello; solo in seguito, con un solo anno di pratica, senza ulteriore esame, riconoscere il titolo abilitativo; il sistema previsto dalla riforma non risolve niente e non conferisca alcuna dignità all’avvocato; senza selezione non vi è autorevolezza.


[top]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *