COSTRUIAMO INSIEME UN’AVVOCATURA MIGLIORE

I.-  Sul piano delle azioni e dei comportamenti:

1.- Funzione sociale e costituzionale riconosciuta  nella Carta fondamentale e nella legge.

2.- Etica negli atti e nei comportamenti. Senza mercatismo ed affari poco chiari.

3.- Autonomia ed indipendenza anche sul piano economico.

4.- Assunzione di nuovi compiti nella giustizia in attuazione delle prerogative indeclinabili dell’avvocatura.

II.- Sul piano della democrazia  e del pluralismo interno

- Esclusione assoluta di elezioni di secondo grado ed elezione da parte di tutti gli iscritti, con rispetto delle minoranze, per tutte le cariche istituzionali ed ordinistiche.

- Mandato quadriennale unico e non rinnovabile. 

- Rappresentanza associativa riconosciuta con la sola legittimazione del Congresso Nazionale forense

- Assenza di concentrazione di poteri ed equilibrio tra mondo ordinistico ed associativo. 

MANIFESTO ANAI

Le otto ragioni per dire no al socio di capitali e al ddl concorrenza

1.- Il ddl concorrenza viola lo spirito e il precetto formulato nella riforma dell’ordinamento forense che ha escluso i soci di capitale dalle società tra avvocati.

2.- La normativa ordinamentale, fissata qualche anno fa, non può essere derogata in quanto risponde al principio di indipendenza dell’esercizio dell’attività di assistenza e difesa in tutti i processi (civili, penali, amministrativi, tributari etc).

3.- Il ddl concorrenza è in stridente contraddizione con il codice deontologico e può determinare gravi e rilevanti conflitti di interesse tra avvocato e socio di capitale.

4.- La presenza di soci di capitale non professionisti, anche in percentuale, contribuisce ad eludere i principi fondamenti di libertà, dignità ed autonomia della libera professione forense, introducendo strumenti elusivi per favorire soci di capitale che, attraverso la propria rete di società correlate e società di servizi, finiranno per condizionare specie i giovani avvocati. 

5.- Il ddl concorrenza favorirà la presenza di gruppi e poteri forti, non esclusa la criminalità organizzata, che finiranno per pregiudicare e gravemente inquinare l’esercizio dell’attività di avvocato.

6.- Con le nuove disposizioni si introduce il concetto di società multidisciplinare senza tener in alcun conto l’importanza del segreto professionale particolarmente e tutelato dalla nuova normativa forense.

7.- Con il ddl concorrenza si apre l’attività  di consulenza e di assistenza stragiudiziale (oggi esclusiva) a settori che non danno garanzia di specialità e professionalità, invadendo sfere di competenza dell’avvocatura che vanno tutelate.

8.- Il progetto legislativo interviene sui compensi professionali vincolando l’avvocato a obbligatori preventivi scritti per prestazioni difensive nei processi che non sono sempre facilmente valutabili “a priori”, trattandosi di attività di complessa stima preventiva.

Tutto ciò premesso,

- l’ANAI chiede al Ministro della Giustizia di esprimere forte contrarietà al ddl Concorrenza e, segnatamente, ad affrettate e non ponderate modifiche dell’ordinamento forense.

- L’ANAI chiede, altresì, al Parlamento che vengano stralciate dal ddl Concorrenza le norme che riguardano l’avvocatura.

MESSAGGIO AGLI AVVOCATI

L’ANAI E’ LA VOCE LIBERA DELL’AVVOCATURA SENZA CONDIZIONAMENTI E SENZA COMPLICITA’.

Abbiamo acquisito in due anni e mezzo forti consensi ed adesioni. 107 sono le Sezioni costituite e oltre 20 in fase di costituzione su tutto il territorio nazionale. Sul sito si incrementano gli accessi: 2.543.323 pagine viste: 1.058.639 visite totali.

Il sito è uno strumento utilissimo a disposizione di tutti gli avvocati. Le Finestre sono aumentate a 36 (per quaranta sezioni). Partecipate ed aderite all’ANAI!

 

banner_citroen_300x250
banner_lloyd_300x250
BannerANAI-2
banner-anai-CSE

 
banner-anai-SISMLA

banner-anai-CEA

  Tutti i siti delle sezioni ANAI - Clicca qui

Inserisci la tua e-mail ti iscriverai alla nostra newsletter gratuita.

  Consigli di lettura
  Video

MANIFESTO ANAI

I Valori indeclinabili dell’avvocatura

1.- Pluralismo, democrazia e tutela delle minoranze.

2.- Indipendenza, autonomia ed assenza di qualsiasi complicità.

3.- Determinazione nelle azioni intraprese senza alcun cedimento.

4.- Estraneità a qualsiasi condizionamento politico.

5.- Reale rappresentatività e forte territorialità.

6.- Etica negli atti e nei comportamenti

Le priorità irrinunciabili delle Battaglie ANAI

1.- Attuazione ed esecuzione della sentenza TAR Lazio che ha annullato il regolamento elettorale forense.

2.- Stralcio dalla riforma del processo civile delle disposizioni che limitano i diritti di difesa e di impugnazione (eccettuata l’abrogazione del filtro in appello).

3.- Attribuzione all’attività degli avvocati di una parte significativa dell’attività oggi svolta davanti al giudice con dispendio di spese e di risorse (emissione dei decreti ingiuntivi non esecutivi, convalida di licenze e sfratti per finita locazione e per morosità, atti di volontaria giurisdizione etc).

4.- Dal d.l. sulla concorrenza va stralciata la parte che riguarda l’avvocatura. No perentorio al socio di capitale.

5.- Va difesa l’autonomia e l’indipendenza della Cassa forense e va fortemente implementato il Welfare per i giovani, per le donne avvocato e per i colleghi che versano in difficoltà.

6.- Il processo telematico non potrà che essere esclusivo. Va abbandonato definitivamente il cartaceo. Per attuare ciò, occorre implementare con l’impiego di notevoli risorse, con una nuova puntuale organizzazione, informatica, con i necessari dispositivi di sicurezza, con una magistratura attrezzata e competente. Se ciò non sarà possibile entro la fine del 2015, si dovrà ripensare tutto e/o intraprendere diverse strade digitali (anche meno costose).

7.- L’avvocato non è imprenditore e gli ordini forensi non sono associazioni di imprese. L’avvocatura è estranea all’Antitrust.

8.- La Costituzione italiana riconosce nel lavoro (anche in quello autonomo e professionale) un fondamento della Repubblica.

Gli avvocati hanno diritto ad un compenso proporzionato ed adeguato. Sono nulle le convenzioni che contrastano con tali principi.

9.- Va contrastata con ogni mezzo la ulteriore revisione della geografia giudiziaria che prevede la demolizione di Corti di appello e di Tribunali.


Le News di Oggi

27mag 2016

Quasi il 90 per cento degli avvocati penalisti torinesi non ha partecipato alle udienze. È il dato raccolto dalla Camera penale “Vittorio Chiusano” che ha aderito allo “sciopero” indetto dall’Unione delle camere penali italiane. “Siamo tra l’85 e il 90 per cento delle astensioni”, dichiara il presidente Roberto Trinchero. Un successo per la protesta, ma […]

27mag 2016

Il giudice non può compensare le spese fra Agenzia delle entrate e contribuente solo perché la giurisprudenza di merito non è uniforme. È quanto affermato dalla Corte di cassazione che, con l’ordinanza n. 10917 26 maggio 2016, ha accolto il ricorso del neoacquirente di un immobile che, nonostante l’estinzione del giudizio instaurato per conservare i […]

27mag 2016

Milano. La frode carosello commessa all’estero è sufficiente per dare esecuzione al mandato d’arresto europeo. Questo perché la fattispecie di riferimento – trattandosi di materia fiscale, in cui le leggi statali quasi mai coincidono – non è tanto il mancato versamento dell’Iva (con pena base insufficiente per l’estradizione), ma piuttosto l’omessa dichiarazione (articolo 5 del […]

27mag 2016

I benefici riconosciuti in sede di prepensionamento al personale addetto ai pubblici servizi di trasporto devono essere attribuiti in funzione dell’aliquota di rendimento pensionistico prevista per gli anni in cui viene riconosciuto il bonus. Lo stabilisce la Corte di Cassazione con la sentenza 10946/16 depositata ieri. La vicenda trae origine da un lavoratore che aveva […]

27mag 2016

Roma. Escluso il risarcimento del danno in favore degli investitori che hanno continuato ad acquistare azioni Italease anche dopo che la stessa banca con un comunicato stampa aveva messo in allerta sul rischio per l’acquisto dei suoi derivati. La Cassazione, con la sentenza 10934 depositata ieri, respinge il ricorso di un gruppo di investitori che […]

27mag 2016

Le sopravvenienze attive derivanti dalla falcidia concordataria non sono tassabili ai fini Irap in quanto non si applica il principio della correlazione. È il principio emerso in risposta all’interpello n. 904-211/2016 proposto da una società di capitali ammessa a concordato preventivo omologato dal Tribunale di Milano. I dubbi sul trattamento dei componenti straordinari di reddito […]

27mag 2016

Il conto termico riparte. Con maggiori opportunità, che riguardano non solo i proprietari di edifici residenziali, ma anche di immobili terziari e produttivi. Da martedì 31 maggio scattano, infatti, le nuove regole della misura, riviste dal decreto interministeriale del 16 febbraio 2016 (intervenuto sul Dm del 28 dicembre 2012): fra i correttivi introdotti, è stata […]

27mag 2016

ROMA. Più tutele per le imprese che ricorrono al finanziamento garantito da proprietà immobiliari o altri diritti reali immobiliari. Il periodo per essere considerati inadempienti in caso di mancato pagamento della rata si allunga da sei a nove mesi. Inoltre il perito nominato dal presidente del Tribunale per stimare il bene posto a garanzia in […]

27mag 2016

No agli accertamenti da studi di settore: applicando i princìpi consolidati della Cassazione, la Commissione tributaria provinciale di Messina ha accolto il ricorso di un contribuente al quale l’agenzia delle Entrate aveva chiesto imposte, sanzioni e contributi Inps per 55.275 euro. I giudici, con sentenza 8949/5/15, hanno anche condannato l’ufficio al pagamento delle spese (700 […]

27mag 2016

Per la compensazione delle spese nel processo tributario occorre che il giudice indichi con precisione le ragioni per le quali la soluzione del dubbio interpretativo possa definirsi di eccezionale gravità. A chiarirlo è l’ordinanza 10917/2016 della Cassazione depositata ieri. La vicenda trae origine dalla sentenza di una commissione tributaria regionale che dichiarava estinto il giudizio […]

27mag 2016

LA SPEZIA – L’avvocato Roberto Rio, partner dello studio LMCR e citato dalle principali directory legali tra gli esperti in Italia nel settore delle fusioni e acquisizioni e del private equity, è stato scelto dal ministro Andrea Orlando quale proprio esperto in materia di diritto societario e del commercio internazionale. Rio siede nel consiglio di […]

27mag 2016

IL SENATO dà il via libera al ddl che introduce il reato di depistaggio. Un ddl, presentato da Paolo Bolognesi, atteso da anni dalle associazioni dei familiari delle vittime delle stragi. Il ddl, che ora torna alla Camera, introduce il reato di depistaggio rivoluzionando l`art. 375 del codice penale e prevedendo pene detentive fino a […]

27mag 2016

Il Senato approva il disegno di legge sul depistaggio. Il provvedimento è atteso alla Camera per il via libera definitivo che introdurrà un reato tutto nuovo nel nostro ordinamento. Si tratta dell`articolo 372-bis del codice penale. Ed è una battaglia condotta in Parlamento sin dal 2013 dal deputato del Pd Paolo Bolognesi, presidente dell`Associazione “2 […]

27mag 2016

ROMA. Nelle stesse ore in cui diversi parlamentari del centrodestra salivano le scale del Palazzaccio per depositare il quesito referendario per abrogare la prima parte della legge sulle unioni civili, perché – spiegava Alessandro Pagano – «introduce tra le righe la stepchild adoption nell’ordinamento giuridico italiano», al quarto piano dello Stesso Palazzaccio, nell’aula della I […]

27mag 2016

L’applauditissimo discorso del nuovo presidente della Confindustria in occasione dell`annuale assemblea svoltasi ieri a Roma è stato veramente ricco di spunti economici, sociologici, europeistici e giuridici. Mi soffermerò, come è naturale per la mia specifica esperienza, su alcune considerazioni in materia di diritto e di legislazione. In primo luogo, vorrei commentare l`invito formulato dal presidente […]

27mag 2016

L`Associazione nazionale magistrati fiata e l`intero mondo politico e giornalistico viene messo a rumore, in un fiorire di adesioni, distinzioni, messe a punto e varie considerazioni. L`Unione delle camere penali (associazione degli avvocati penalisti) proclama tre giorni di sciopero ed è già un miracolo se qualcuno ne ospitale motivazioni, comunque destinate a cadere nel silenzio […]

27mag 2016

LA PROPOSTA ROMA Arrivano gli emendamenti di maggioranza al testo di riforma del processo penale. E, a sorpresa, la linea che si intravede in quelli presentati dal Partito democratico in materia di prescrizione e intercettazioni è molto più dura sia del testo approvato alla Camera sui reati contro la pubblica amministrazione. E fa vacillare l`ipotetica […]

27mag 2016

ROMA Al Senato, sulla riforma della prescrizione, la maggioranza rischia di spaccarsi. I relatori del Pd Casson e Cucca – hanno presentato un emendamento che va ben oltre il testo approvato a fine agosto 2014 dal governo e poi modificato dalla Camera. I due senatori del Pd propongono che i termini della prescrizione decorrano dal […]

27mag 2016

Il caso ROMA. Colpo di scena, maturato negli ambienti dem del Senato: il meccanismo della prescrizione potrebbe cambiare radicalmente, interrompendosi dopo la sentenza di primo grado. E la stessa logica dei magistrati dellAnm, rilanciata di recente da Piercamillo Davigo. Ed è anche la proposta che i grillini appoggiano da sempre, non per caso entusiasti della […]

27mag 2016

ROMA. Colpo di scena del Pd sulla prescrizione. Si fermi definitivamente dopo la sentenza di primo grado, ma soprattutto cominci a correre solo nel momento in cui «la notizia di reato viene acquisita o perviene nelle mani del pm». Emendamenti di Felice Casson e Giuseppe Cucca, un ex giudice istruttore e un avvocato, relatori del […]