ANAI - La voce come strumento armonico

La voce è tra le componenti non semantiche più potenti.

La voce è tra le componenti non semantiche più potenti.

 

Tutti veniamo impressionati, trascinati o rapiti da una bella voce, e il più delle volte pensiamo che essa sia un dono riservato a pochi eletti. In realtà anche la voce è uno strumento che può essere modellato attraverso un esercizio reiterato e costante. In più, per l’uso a scopo persuasorio non sono richieste voci vocali eccezionali, ma soltanto l’abilità di articolare i toni, i timbri, il ritmo e il volume della voce.

La voce, insieme allo sguardo, è tra le componenti non semantiche più potenti. 

L’effetto di un atto comunicativo cambia a seconda della voce: ogni variazione del timbro e del volume esercita un potente influsso sull’interlocutore o sugli astanti. Così scrive Giorgio Nardone, Autore del libro “La nobile arte della persuasione. La magia delle parole e dei gesti”.

Maurizio de Tilla

 (Presidente A.N.A.I.)

banner_lloyd_300x250
bannerlextel
banner-anai-CSE

 
banner-anai-SISMLA

banner-anai-CEA

  Tutti i siti delle sezioni ANAI - Clicca qui

Inserisci la tua e-mail ti iscriverai alla nostra newsletter gratuita.

  Consigli di lettura
  Video

Le priorità irrinunciabili delle Battaglie ANAI

1.- Attuazione ed esecuzione della sentenza TAR Lazio che ha annullato il regolamento elettorale forense.

2.- Stralcio dalla riforma del processo civile delle disposizioni che limitano i diritti di difesa e di impugnazione (eccettuata l’abrogazione del filtro in appello).

3.- Attribuzione all’attività degli avvocati di una parte significativa dell’attività oggi svolta davanti al giudice con dispendio di spese e di risorse (emissione dei decreti ingiuntivi non esecutivi, convalida di licenze e sfratti per finita locazione e per morosità, atti di volontaria giurisdizione etc).

4.- Dal d.l. sulla concorrenza va stralciata la parte che riguarda l’avvocatura. No perentorio al socio di capitale.

5.- Va difesa l’autonomia e l’indipendenza della Cassa forense e va fortemente implementato il Welfare per i giovani, per le donne avvocato e per i colleghi che versano in difficoltà.

6.- Il processo telematico non potrà che essere esclusivo. Va abbandonato definitivamente il cartaceo. Per attuare ciò, occorre implementare con l’impiego di notevoli risorse, con una nuova puntuale organizzazione, informatica, con i necessari dispositivi di sicurezza, con una magistratura attrezzata e competente. Se ciò non sarà possibile entro la fine del 2015, si dovrà ripensare tutto e/o intraprendere diverse strade digitali (anche meno costose).

7.- L’avvocato non è imprenditore e gli ordini forensi non sono associazioni di imprese. L’avvocatura è estranea all’Antitrust.

8.- La Costituzione italiana riconosce nel lavoro (anche in quello autonomo e professionale) un fondamento della Repubblica.

Gli avvocati hanno diritto ad un compenso proporzionato ed adeguato. Sono nulle le convenzioni che contrastano con tali principi.

9.- Va contrastata con ogni mezzo la ulteriore revisione della geografia giudiziaria che prevede la demolizione di Corti di appello e di Tribunali.


Le News di Oggi

24Feb 2017

Il Milleproroghe è legge. Ieri Montecitorio ha dato il sì definitivo con 249 voti (147 contrari e 3 astenuti) al provvedimento che, come ogni anno, contiene una sfilza di rinvii nei più svariati settori. Dai taxi agli ambulanti, sulle cui proroghe si sono concentrate peraltro in questi giorni le polemiche delle relative categorie, dalla P.A. […]

24Feb 2017

(ADNKRONOS) – DELLE 91.102 DOMANDE ESAMINATE NEL 2016 (SU 123.600 PRESENTATE), 4.808 HANNO OTTENUTO LO STATUS DI RIFUGIATO (5%) E QUINDIIL DIRITTO DI PERMANENZA IN ITALIA, 12.873 (14%) LA PROTEZIONE SUSSIDIARIA CHE GARANTISCE CINQUE ANNI DI SOGGIORNO, IL 21% (18.979) QUELLA UMANITARIA CHE NE CONCEDE DUE. IL DINIEGO INTERESSA 51.170 STRANIERI (56%). RISPETTO AL 2015, […]

24Feb 2017

Sono stati conferiti all’Anac numerosi poteri di vigilanza e di controllo (art. 213 del codice). Tra tali poteri si annoverano quelli c.d. di precontenzioso, che sono puntualmente disciplinati dall’art. 211. Essi trovano fondamento nella legge delega del codice (l. 28 gennaio 2016 n. 11) e in particolare nell’art. 1, comma 1, lett. t), che prevede […]

24Feb 2017

Il sindaco della città ideale senza smog e polveri sottili non ha bisogno di emettere nuove ordinanze per abbassa­re i riscaldamenti o far viag­giare le auto a targhe alterne. Tutti rispettano le regole, nel­le abitazioni le temperature non superano mai i venti gra­di, chi sente un po’ fresco in­dossa un maglioncino e non protesta con […]

23Feb 2017

Soddisfazione al termine del primo incontro tra Mga e Cassa Forense svoltosi ieri a Roma. Per il presidente, Nunzio Luciano, “la Cassa ha dimostrato la massima apertura nei confronti di Mga. Un movimento che non è populista ma concreto. Le proposte presentate sono molte e alcune possono essere condivise ma debbono essere valutate e approfondite. Sempre nell’ottica […]